Caro Pellegrino

Caro pellegrino,
ti scrivo da Castelsaraceno, una tappa di splendore in questo mio viaggio lucano. Per giorni ho esplorato la natura che mi ospita, prorompente eppure discreta nei suoi contorni paesaggistici sinuosi. Voglio raccontarti di questi orizzonti di benessere, del mio stupore, variopinto e fragile come i colori autunnali, avendo cura di non sciupare con le parole tanta bellezza…

 

 

 

Domenico Candia